Sardegna

Scopri la nuova destinazione per i ciclisti!

Aeroporti, zone, clima e periodi migliori per visitare la Sardegna

Benvenuto in Sardegna

"Questa terra non assomiglia a nessun altro posto. La Sardegna è un'altra cosa. Incantevoli spazi e distanze da percorrere - niente finito, nulla di definitivo. È come la libertà stessa."

David Herbert Lawrence

after his journey on Sardinia in 1921

La bici da strada e la mountain bike sono alcune delle attività più adatte e divertenti per esplorare la Sardegna.

Un viaggio con SardiniaCycling vi condurrà nel cuore della terra più antica d'Europa, tra montagne scolpite dal sole e dal vento, profondi canyon e boschi incontaminati, alla scoperta della natura selvaggia e le testimonianze architettoniche dell'affascinante civiltà nuragica.


SardiniaCycling ti offre molte opportunità di viaggio e soggiorno: contattaci per vivere un viaggio indimenticabile!

Il clima della Sardegna: ciclismo 365 giorni all'anno.

Sappiamo che oggi è diventata un'impresa ardua prevedere il clima, con gli sconvolgimenti delle temperature e il frequente variare delle condizioni meteo. Ma la Sardegna, offre indiscutibilmente fra le migliori condizioni al mondo per pedalare nella natura, su strada ed in mountain bike.

Anche nei mesi generalmente più freddi, gennaio e febbraio, il clima può regalare giornate primaverili e quindi adattissime per sfogare la vostra passione per le due ruote. Se le temperature non superano i 25 gradi almeno fino all'inizio di giugno, statisticamente i valori sono più alti nei mesi estivi, raggiungendo anche i 40 gradi: è sempre possibile pedalare e gustarsi i nostri itinerari, scegliendo i momenti della giornata meno afosi.

Un paradiso per gli appassionati di sport e natura.

La Sardegna è scarsamente popolata, la densità media è di 67 abitanti per chilometro. Non mancano, quindi, territori liberi e da conquistare in bicicletta, sia nelle coste che nelle zone interne. Off limits (per le due ruote) la principale arteria sarda (la statale 131 "Carlo Felice"), tutte le altre vie di comunicazione sono percorribili in bicicletta. I nostri tour, testati centimetro dopo centimetro dal nostro staff, vi porteranno a scoprire quelle aree che trasformeranno la vostra vacanza in qualcosa di indimenticabile, attraverso la Sardegna meno nota, lontano dal caos delle principali città. Il terreno è vario, dalla collina alle coste non c'è soluzione di continuità, la qualità dell'asfalto è mediamente buona e gli automobilisti sardi hanno ormai imparato a capire i tempi e i costumi dei gruppi di cicloturisti.

Come arrivare in Sardegna?

La nostra isola dispone di tre scali aeroportuali: quello di Cagliari nel sud, di Olbia nel nord est e Alghero a nord ovest. L'aeroporto “Mario Mameli” di Cagliari Elmas è quello della città di Cagliari ed è il principale della Sardegna. È a venti minuti dalla città di Quartu S.Elena, sede di SardiniaCycling. sul sito dell'aeroporto di Cagliari - www.sogaer.it - trovate l'elenco dei vettori, molti anche low cost, che viaggiano su Cagliari. L'aeroporto è collegato tutto l'anno con voli non giornalieri. Nel periodo estivo, collegamenti previsti con i principali scali europei (e non solo) da diversi vettori charter e di linea. L'aeroporto di Cagliari è ben collegato alla città. Oltre al servizio di taxi è possibile fruire della navetta ARST tra l'aeroporto e la stazione ferroviaria centrale in Piazza Matteotti. Il secondo aeroporto per importanza è quello di Olbia-Costa Smeralda. Molto attivo soprattutto per quanto riguarda il periodo turistico, fa delle sue chiavi di successo l'ampia offerta di voli low cost con tutta l'Europa. Per maggiori informazioni sugli scali collegati e sugli orari dei voli è possibile consultare il sito www.geasar.it. L'Aeroporto di Alghero Fertilia si trova a nord-ovest della Sardegna. L'aeroporto è utilizzato specialmente dalla compagnia a basso costo Ryanair. Per partenze e arrivi vedi sito web aeroporto di Alghero www.aeroportodialghero.it.

La rete degli aeroporti della Sardegna

La Sardegna vista dal ciclista

QUALE È LA ZONA MIGLIORE?

La domanda più frequente
Viaggiamo tanto ed incontriamo tanti appassionati come noi che vogliono pedalare in Sardegna. Il dialogo e lo scambio di idee è sempre gradevole ed interessante ed i nostri interlocutori hanno delle curiosità sulla Sardegna che derivano anche da una ancora limitata circolazione di informazioni su questo paradiso della bici, un paradiso che è grande e vario; un paradiso che si scopre meglio pedalando! Fortunatamente non c'è una risposta rapida. O meglio, non c'è solo una risposta. La Sardegna è molto più di quanto i nostri curiosi appassionati di ciclismo possano immaginare. In effetti l'isola è abbastanza vasta. Ad esempio, rispetto ad altre destinazioni ciclistiche famose come Maiorca con i suoi 3.600 kmq, la Sardegna è quasi sette volte più grande con i suoi 24.000 km quadrati. All'interno di questi 24.000 km, c'è una grande varietà di paesaggi che variano, temperature e livelli di precipitazioni. Quindi qual'è la migliore area per il ciclismo in Sardegna? Questa è una domanda difficile a cui rispondere direttamente. Ma SardiniaCycling ama le sfide e quindi faremo del nostro meglio per rispondere a questa domanda. La nostra divisione dell'isola in cinque quadranti è un modo per rispondere a questa domanda. Ti suggeriamo di pianificare l'area per la tua vacanza in bicicletta in base al tipo di attività che desideri sperimentare.
villanovatulo climb

AREE

pianificate l'area della vacanza in base all'attività che volete svolgere durante la vacanza in bici
Ci capita spesso, viaggiando in macchina, in aereo, in treno, di vedere, nello scorrere del paesaggio di fronte ai nostri occhi, delle strade asfaltate o sterrate. La prima cosa che ci viene in mente è: dove porterà quella strada? Potrebbe essere una strada interessante su cui pedalare... A parte le considerazioni sulla psiche deviata, quello che vorremmo evidenziare e che molte delle strade che ci evocano immagini idilliache potrebbero condurre o meno in luoghi incantati. L'isola propone tante aree incantate, vanno sapute scoprire. Qualcuna è perfetta per la mountain bike qualcuna meglio per la bici da corsa. Altre vanno bene per entrambe. Il suggerimento, in questo caso, è quello, se si può, di pianificare l'area della vacanza in base all'attività che volete svolgere. Se viaggiate con la famiglia, che vuole per esempio godersi il mare, sappiate che magnifiche zone di mare si trovano dappertutto in Sardegna, anche vicino a zone perfette per la bici da strada o la mountain bike. Scriveteci o telefonateci, siamo sempre a disposizione per discutere assieme a voi su come coniugare le esigenze sportive e quelle familiari.

QUADRANTE CENTRALE

C'è tanto da dire su questa area della Sardegna.

La consideriamo un vero e proprio parco giochi per noi amanti delle due ruote. Qui si trovano le montagne più belle ed incontaminate, la natura più prorompente. Potenzialmente un luogo che dovrebbe essere affollato da ciclisti per la qualità e varietà di strade asfaltate e sterrate. Perchè solo potenzialmente? Perchè è un territorio poco popoloso e che non ha finora saputo trovare la chiave per portare gli appassionati di bici a scoprirne i segreti. In secondo luogo perchè la quantità di strutture turistiche è molto inferiore a quella sulla costa. Cosa si trova qui? Tutto quello che i ciclisti o biker possono desiderare.

Per gli 'stradisti':

1. Salite e discese come sulle dolomiti, con asfalto perfetto come un tavolo da biliardo.

2. Piccoli borghi montani dove fermarsi per la classica pausa cappuccino.

3. Il più alto senso di ospitalità del mondo.

4. Virtuale assenza di traffico.

Per i biker:

1. La mountain bike delle origini, in spazi sconfinati ed in piena libertà.

2. Grande varietà di paesaggi che si susseguono dando luogo a variazioni talvolta incredibili.

Per la mountain bike, sono tuttora assenti delle vie segnalate. Bisogna quindi pianificare con cura le tappe, saper 'navigare' su mappa o GPS. oppure affidarvi alle guide di SardiniaCycling. Presto saranno disponibili anche le nostre mappe cartacee.

QUADRANTE SUD-EST

Si tratta di un territorio molto esteso

Si tratta di un territorio molto esteso, che presenta per noi amanti della bici una notevole quantità di tipologie di terreni. Possiamo dire che si tratta di un'area abbastanza versatile, che permette di godere di valide alternative sia per la bici da corsa o da turismo che per la mountain bike.

Punti di forza per la bici da corsa o da turismo:

1. Primo in assoluto, la presenza di una strada costiera dalla bellezza incomparabile, per di più protetta dalle intemperie dalle colline retrostanti. Un paradiso della bici per tutte le stagioni.

2. Buona quantità di scenari collinari, senza però salite di sviluppo troppo lungo o impegnativo.

3. Buona o molto buona la presenza di strutture turistiche con differenti fasce di prezzo.

Punti di forza per la mountain bike:

1. Buon numero di tracce off-road dalle località turistiche più rinomate, come Villasimius.

Non sempre è richiesto un transfer per 'attaccare' i percorsi.

2. Con qualche transfer non molto lungo ci sono delle aree molto spettacolari da esplorare in bici, come il Parco dei Settefratelli, con alcuni percorsi davvero pregevoli.

QUADRANTE NORD-EST

Territorio vasto e fittamente infrastrutturato.
Territorio vasto e fittamente infrastrutturato. Vi si concentrano un numero elevatissimo di strutture turistiche, molto più che nelle altre zone della Sardegna. Le aree maggiormente godibili, sia in mountain bike che in bici da corsa sono quelle a nord di Olbia. Se siete dei puristi della mountain bike, noleggiate una macchina, saranno necessari dei trasferimenti. Punti di forza per la bici da corsa o da turismo:

1. Strade costiere spettacolari, con un susseguirsi di saliscendi e panorami mozzafiato. Ma attenzione al traffico nei mesi di punta.

2. Aree collinari retrostanti davvero godibili con numerosi graziosi paesini che ti invitano ad una pausa cappuccino anche quando non ne avresti voglia.

3. Eccellente presenza di strutture turistiche con differenti fasce di prezzo.

4. Ci piacciono le salite, quindi lo mettiamo tre i punti di forza: Monte Limbara (1350 m Slm). La montagna più ambita in Sardegna dai ciclisti da tutta Europa. Dalla vetta si domina tutta la Costa Smeralda.

Punti di forza per la mountain bike:

1. Non la metterei tra le mete più ambite per i biker, anche se qualche ottima traccia qui e lì permette comunque agli irriducibili della mountain bike di divertirsi, e tanto. Mi riferisco in particolare a Monte Pino o, anche per la mountain bike, Monte Limbara.

2. Mettiamo in conto un po' di transfer di avvicinamento.

QUADRANTE NORD-OVEST

Frequentato da ciclisti da tutto il mondo
Quadrante molto frequentato da ciclisti da tutto il mondo, che sono attratti dalla graziosa città di Alghero e favoriti dal suo aeroporto che è connesso con molte citta nord europee, con voli a basso costo. Alghero è un'ottima idea per un week-end in bici da strada o turismo. Alghero è il baricentro di questa zona ed offre per la bici da strada alcune eccellenti alternative, soprattutto lungo le strade costiere verso Nord (Argentiera e Stintino) o verso Sud (Bosa). Soddisfazioni anche per gli scalatori, che potranno cimentarsi su alcune spettacolari e rinomate salite che permettono, dalla costa, di esplorare i graziosi centri dell'interno. Per la mountain bike, ci sono alcune interessanti alternative, ma come per altre zone, per poter far sul serio occorre trasportare la bici sulla macchina.

QUALE È IL PERIODO MIGLIORE?

LA SECONDA DOMANDA PIÙ FREQUENTE:
Ed ecco la seconda curiosità che passa per la mente: c'è un periodo migliore? Difficile rispondere, anche in questo caso. Si può rispondere in base all'esperienza, e la nostra esperienza è che...pedaliamo su strada ed in mountain bike tutto l'anno. Le temperature sono miti e non c'è un periodo nel quale sia difficile o addirittura impossibile pedalare. Detto questo, se dovessimo suggerire dei periodi diremmo che:

1. In mountain bike va bene tutto l'anno, ma dalla seconda metà di luglio a fine agosto le temperature ne rendono più piacevole l'uso solo nella seconda parte del pomeriggio, cioè dopo le 16. Le giornate in quel caso sono più lunghe e c'è una finestra di 5 ore prima che faccia buio. Suggeriremmo in questo caso una vacanza in una base fissa. Eviteremmo gli itinerari in questo periodo.

2. In bici da strada va altrettanto bene tutto l'anno. L'inverno non presenta mai delle condizioni proibitive, e se non si sale troppo di quota le temperature restano, anche nel periodo più freddo (metà febbraio - prima settimana di marzo) abbastanza sopra lo zero, diciamo tra cinque e dieci gradi. Va da sè che nel periodo invernale non suggeriremmo gli itinerari. Primo perchè molti alberghi son chiusi. Secondo perchè le ore di luce sono meno e si ha meno margine per gestire imprevisti o per prendersela troppo comoda.

Nota bene, incrociare questi suggerimenti con la descrizione delle specifiche dei quadranti dove intendete viaggiare fornisce il risultato migliore.

TEMPERATURE E PIOGGE

guida pratica a chi vuole pedalare in Sardegna
Premesso che il nostro obiettivo non è fare informazione di tipo scientifico sul clima, ma dare indicazioni pratiche a chi vuole pedalare in Sardegna, cominciamo col dire che oggi ogni previsione o ipotesi sul meteo verrà puntualmente smentita dall'estrema variabilità che caratterizza oramai le stagioni. Ma come detto, siamo temerari, e tentiamo ugualmente!

Per quanto attiene alle temperature, l'esperienza maturata sul campo, tuttavia, mi porta ad affermare che esistono due punte estreme.

1. Attorno alla metà di Febbraio, in linea generale, vi è un periodo di circa 7-10 giorni in cui le temperature diventano realmente fredde (sempre per il nostro standard, beninteso). Ciò significa che per una settimana è possibile avere temperature che spaziano tra i 2-3 gradi la mattina presto, agli 8-9 nelle ore più calde. Qualche ricaduta è possibile, per breve tempo, anche attorno a Marzo. Naturalmente ci riferiamo alle temperature al livello del mare.

2. Le temperature più alte sono tra metà luglio e metà agosto, periodo nel quale il termometro supera facilmente i 35 gradi nelle ore più calde del giorno. Le aree costiere sono più ventilate e fresche di quelle all'interno. La mattina presto o dopo le 5 del pomeriggio, le temperature tornano sotto controllo, attorno ai 27-28 gradi. Per il resto dell'estate, il caldo è ampiamente sopportabile anche nelle ore di punta. Discorso più complesso per le piogge. La Sardegna è una regione decisamente poco piovosa. La pioggia sta presentando una distribuzione durante l'anno difficilmente prevedibile, e tendente al tropicale: piogge brevi ed intense concentrate in periodi limitati. Per esperienza, la pioggia è maggiormente probabile in casi di ampia escursione termica durante le 24 ore. Settembre, Ottobre, Novembre e Dicembre, poi ancora Marzo e Aprile e Maggio sono i mesi in cui talvolta usciamo in bici con una mantellina antipioggia.

Detto questo, i giorni in cui piove sono attorno ai 30 durante l'anno. Non è il Sahara, ma nemmeno la foresta pluviale, no?!


Orari d'apertura

Visitateci o chiamateci ai seguenti orari di apertura.
  • Lunedì

    dalle 9 alle 13-dalle 16 alle 18
  • Martedì

    dalle 9 alle 13-dalle 16 alle 18
  • Mercoledì

    dalle 9 alle 13-dalle 16 alle 18
  • Giovedì

    dalle 9 alle 13-dalle 16 alle 18
  • Venerdì

    dalle 9 alle 13-dalle 16 alle 18
  • Sabato

    dalle 9 alle 13
  • Domenica

    Chiuso - apriamo solo su appuntamento
Mandaci un messaggio

Parliamo

Abbonati alla newsletter

Questo sito utilizza i cookie. Proseguendo l'utilizzo del sito, accetti la nostra politica sui cookie. Scopri di più.