IN MOUNTAIN BIKE ATTRAVERSO LE PIÙ SELVAGGE MONTAGNE SARDE E GLI ANTICHI Paesi, SI RITROVA IL CONTATTO CON UNA NATURA UNICA E INCONTAMINATA!

GENNARGENTU OFF-ROAD TRAVERSE


Gennargentu off road traverse
  • LOCALITÀ DI PARTENZA

    Bari Sardo, Italy
  • LOCALITÀ DI ARRIVO

    Cala Gonone, Italy
  • Codice tour

    GORT-21

lun
mar
mer
gio
ven
sab
dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 
 
 
 
 

Senza eventi in questo periodo

Livelli di supporto

Tour guidato

  • Sistemazione

    2 notti in hotel 4 stelle | 3 notti in hotel 3 stelle | 2 notti in Agriturismo

  • Pasti

    Tre cene; tutte le colazioni.

  • Livello di supporto

    Guida specializzata in bicicletta; van di assistenza; officina mobile; ricambi bici Canyon, barrette, gels e sali disponibili per la vendita; transfer di gruppo da/per aeroporto di Cagliari; 10% di sconto sul listino noleggio bici.

  • Non incluso

    I voli; extras in hotel, etc. Bevande durante le cene; tassa di soggiorno (se applicata); assicurazione di viaggio; transfer privato di arrivo e partenza; noleggio bici.

  • Su richiesta

    Transfer privato da aeroporto di Cagliari a Barisardo € 180 p.p.; transfer privato da Cala Gonone all'aeroporto di Cagliari € 220 p.p.; supplemento per camera singola € 225 p.p.; noleggio bici.

Tour Self-guided

  • Sistemazione

    2 notti in hotel 4 stelle | 3 notti in hotel 3 stelle | 2 notti in Agriturismo

  • Pasti

    Tre cene; tutte le colazioni.

  • Livello di supporto

    Briefing dettagliato e Road-Book contenente i dettagli del tour; GPS con i percorsi di tappa precaricati; assistenza telefonica durante il tour; sconto del 10% sul noleggio di biciclette.

  • Non incluso

    I voli; extras in hotel, etc. Bevande durante le cene; tassa di soggiorno (se applicata); assicurazione di viaggio; transfer privato di arrivo e partenza; noleggio bici; trasporto bagagli.

  • Su richiesta

    Transfer da aeroporto di Cagliari a Barisardo € 180 p.p.; transfer da Cala Gonone all'aeroporto di Cagliari € 220 p.p.; supplemento per camera singola € 225 p.p.; noleggio bici; trasporto bagagli (€ 640 + 10 per pax - min 2 persone)

Inviaci una richiesta rapida

Sardinia Off-Road Traverse è un tour guidato o self-guided, che inizia a livello del mare a Barisardo, sulla costa orientale, in Ogliastra. Da lì, in un itinerario in sei tappe, sale fino alla cima del Monte Bruncu Spina a 1829 m, la vetta più alta della Sardegna scalabile in mountain bike, e da lì si ritorna al mare.

Il viaggio esplora la più grande e famosa catena montuosa dell'isola: il Gennargentu, sinonimo di montagna per noi sardi e luogo unico al mondo. Con la più bassa densità di popolazione d'Europa, è un luogo magico per gli amanti della mountain bike che vogliono provare l'emozione della scoperta, e l'emozione di pedalare in spazi aperti, lontano dalla civiltà.

Nell'antica lingua sarda 'Gennargentu' significa "Porta d'argento". E migliaia di anni fa questo nome è stato dato alla più grande e alta catena montuosa della Sardegna.

Questo enorme massiccio montuoso contiene tutte le cime più alte dell'isola, come il monte Bruncu Spina (1829 m) e Punta La Marmora (1834 m). In una giornata limpida, da queste vette si possono osservare tutte le coste sarde.

La presenza umana è scarsa: è una delle zone meno popolate d'Europa, che ha permesso alla Barbagia - questo è il nome della sottoregione che contiene la maggior parte del massiccio montuoso - di conservare i suoi tesori culturali e naturali.

Il paesaggio in queste zone è immenso e mai uguale. A seconda della posizione sul livello del mare, alterna pascoli, valli, boschi, foreste, spiagge e scogliere che cadono verticalmente verso il limpido blu del Mar Mediterraneo. Cercando su internet i luoghi che attraverseremo in mountain bike, scoprirete che abbiamo magicamente incluso molti di quelli più importanti ed unici dal punto di vista ambientale dell'intera isola. Jerzu e le sue spettacolari rocce, la foresta incantata di Montarbu, le montagne della Barbagia punteggiate da piccoli centri storici, Il monte Bruncu Spina - la cima più alta raggiungibile in bicicletta, l'enorme - millenaria - foresta di Montes, Cala Luna e il Supramonte.

L'ambiente del Gennargentu, così affascinante e selvaggio, è abitato da una fauna unica e protetta come il muflone, una pecora selvatica e simbolo della Sardegna. Altre specie degne di nota sono l'enorme grifone sardo, l'aquila reale, i corvi e i falchi.

Ma sapete una cosa? Anche la presenza umana può essere interessante: i piccoli paesi tipici della Sardegna valgono davvero la visita, o il soggiorno. Luoghi simbolo come Belvì, Fonni, Orgosolo - famoso in tutto il mondo per i dipinti murali. Beh, li abbiamo inclusi tutti!

Per anni l'obiettivo dei tour in mountain bike, non solo in Sardegna, è stato quello di attraversare una regione piuttosto che concentrarsi sui sentieri più alti. Come se i biker si divertissero solo a seguire una bussola sul manubrio per andare dritti da nord a sud, da est a ovest, non importa se quello che c'è in mezzo non è sempre il massimo.

Ma con questo tour abbiamo deciso di prendere una strada diversa, offrendo tutto ciò che fa impazzire noi: un tour che non ci stancheremmo di percorrere.
Inoltre, perché non combinare la possibilità di andare alla scoperta dei luoghi imperdibili e visitare anche - al termine di una tappa - una piccola e graziosa città, immergersi nella realtà sociale o economica del lato più interno e profondo di una regione?

Ecco il nostro tour da sogno, il Gennargentu Off-Road Traverse, un viaggio in mountain bike non estremamente impegnativo, né fisicamente né tecnicamente, con tappe mediamente più corte di 50 km.

Da un punto di vista tecnico, non ci sono sezioni pericolose. Tuttavia, è necessario camminare per alcune distanze molto brevi (qualche centinaio di metri su tutto il percorso) e solo per ottimi motivi. Alcuni percorsi richiedono una buona capacità di guida, soprattutto quando la fatica di aver pedalto per diversi giorni si fa sentire.

La sistemazione è in tipici piccoli agriturismi e alberghi, accuratamente selezionati per offrire comfort dopo una giornata in mountain bike, ma anche per vivere la vera ospitalità, l'enogastronomia e l'ospitalità locale. 

Il percorso

Giorno 1: Giorno di arrivo.

Arrivo all'aeroporto e transfer alla sistemazione prescelta. Pernottamento a Bari Sardo.

Giorno 2: RIDE da BARI SARDO a JERZU

47,9km | 1.398m | 675m | 4h

Il viaggio inizia dalla bella spiaggia di Bari Sardo e dopo pochi chilometri in pianura iniziamo la nostra salita verso Jerzu, la nostra meta. Si tratta di un piccolo paese che ricorda il sapore del famoso vino rosso Cannonau agli esperti del vino. E la prima parte della tappa si inerpica su pendii che sono circondati da questi vigneti esposti a est. La vegetazione mediterranea fatta di piccoli cespugli fa presto spazio ad alberi e boschi non appena ci avviciniamo a Jerzu e Ulassai. Ulassai è un ottimo posto per il pranzo o per una sosta rinfrescante. Continuiamo a pedalare attraverso l'antico villaggio di Osini, inondato negli anni '50 e abbandonato da allora: oggi è un villaggio fantasma piuttosto interessante. Da lì, alcuni chilometri su strade sterrate e alcuni su single trail nei boschi del Parco Naturale delle vette dell'Ogliastra, più una salita attraverso il monumento naturale della Scala San Giorgio - un profondo canyon scavato nell'arenaria - ci separano dal nostro luogo di pernottamento: un piccolo albergo a conduzione familiare sui monti con una splendida vista sulla montagna che scaleremo nei prossimi giorni. Pernottamento e cena in un hotel 3 stelle.


Giorno 3: RIDE da JERZU a MONTARBU FOREST (SEUI)

49,1km | 1.446m | 1.239m | 4,30h
Abbiamo promesso la natura selvaggia, e questo ci godremo in questo giorno. Due piccoli punti in montagna collegati da una linea sinuosa lunga 50 km che attraversa foreste protette, cime, vecchie linee ferroviarie e monumenti naturali. Lasciamo l'albergo e presto pedaliamo all'interno del parco dei Tacchi d'Ogliastra, lasciandoci alle spalle le ultime tracce di vegetazione mediterranea ed entrando nell'interno della Sardegna interna e in una delle sue più famose foreste primarie: Montarbu. E' un territorio di 2800 ettari, di proprietà dello Stato, dal 1980 riserva faunistica, che comprende monumentali querce olmiche e ospita daini e mufloni. Sopra di essa volano l'aquila reale, l'astore, l'avvoltoio cinerino, il falco pellegrino, il grifone, l'aquila, la poiana e lo sparviero eurasiatico. Potremmo mai evitare di attraversarlo? Dal punto più alto di questo paradiso per gli amanti della mountain bike scendiamo e ci avviciniamo alla nostra posizione di pernottamento. Un piccolo agriturismo a conduzione familiare che si trova in questo fantastico scenario. C'è qualcosa che possiamo aggiungere a una giornata gloriosa in bicicletta? La risposta naturale sarebbe 'no', ma siamo nel cuore di una delle più antiche regioni europee, quindi sì, certo: una visita all'interessantissimo nuraghe Ardasai, un nuraghe di 3000 anni, che l'agriturismo rimane a poche centinaia di metri dall'agriturismo. Cena e pernottamento in agriturismo.
old train line trough the Sardinian mountains

Giorno 4: RIDE da MONTARBU a BELVì

43,5km | 1.308m | 1.575m | 4h

Pedaliamo verso sud per alcuni chilometri, su e giù sulle solitarie cime del Gennargentu. Ma dopo circa 15 km iniziamo una lunga discesa e perdiamo circa 700 metri di quota. L'ultimo segmento è all'ombra di una fitta e scura foresta. Queste foreste sono uno dei più grandi patrimoni di quest'isola, offrendo il miglior habitat per la fauna autoctona sarda. E presto incontreremo un altro elemento vitale per l'isola: il fiume Flumendosa, il più grande e importante corso d'acqua, lungo 127 km, che fornisce a tutta la parte meridionale dell'isola l'acqua potabile che raccoglie dai monti del Gennargentu.

La discesa termina proprio in un canyon scavato dal fiume, che attraverseremo. Da lì risaliamo e riprendiamo quota mentre ci avviciniamo alla nostra meta: il paesino di montagna di Belvì. Ci arriviamo solo dopo aver percorso un fantastico single trail che gira intorno al monumento naturale di Meseddu de Texile.

Belvì è un piccolo villaggio specializzato nella produzione di cibi di montagna e di vini rossi robusti: uno dei segreti che rendono così lunga l'aspettativa di vita qui su? Siamo qui per scoprirlo. Possiamo iniziare la nostra ricerca subito dopo la tappa: perché non assaggiare del torrone fresco di cui sono specialisti a Belvì?

.
Alloggio e cena in un hotel a 3 stelle in città.

Giorno 5: RIDE da belvì a fonni

44,5km | 1.698 m | 1.249 m | 5,30h

Non possiamo dire di aver attraversato il Gennargentu fino a quando non abbiamo pedalato fno ed oltre la cima della sua montagna più alta che va da ovest a est, che si affaccia sul mare. Questo è il piano della quarta tappa del Traverse.

Lasciato Belvì, raggiungiamo in breve tempo il paese gemello di Aritzo e tagliamo per salire verso il passo del Tascusì. Raggiungiamo il passo scendendo e risalendo una valle selvaggia all'interno del bosco di Girgini, un altro bosco protetto molto interessante. Dal passo iniziamo una delle più belle avventure che la mountain bike su quest'isola può offrire: superare la cima di Bruncu Spina, oltre 1830m ASL. Ci arriviamo dal versante sud ovest, dove sono ancora visibili i resti del rifugio La Marmora, un tempo dedicato all'esploratore piemontese Alberto La Marmora. Non rimane nulla dell'edificio, ma proprio da quel punto prendiamo un unico sentiero che ci porterà in cima. Siamo sicuri che vi sentirete, come accade ogni volta che ci andiamo, molto piccoli davanti a una montagna maestosa, senza indizi di presenza umana e senza segni di sentieri visibili. Ma una montagna che dobbiamo attraversare.

È davvero un mix di sentimenti: vorresti essere presto al sicuro dall'altra parte, ma è - allo stesso tempo - una tappa così dannatamente bella che non vorrsti che finisse.

Una volta in cima, se la giornata è limpida, avremo una vista a 360 gradi, compreso il mare sia a est che a ovest. Da lì, un bel single trail ci porterà di nuovo su una strada sterrata ed alla fine all'agriturismo dove ci godremo una sontuosa cena tipica. Ancora una volta.

To central Sardinia

Giorno 6: RIDE da FONNI ad ORGOSOLO

52,5km | 1.303m | 1.818m | 5h

Questa è una lunga tappa del nostro viaggio - 52 km - e per questo motivo è una grande opportunità per incontrare una morfologia del terreno così incredibilmente variabile, come anche la vegetazione e perfino la fauna selvatica. Una giornata che ci fa concordare in pieno con una vecchia pubblicità dell'Ente locale del turismo che diceva che l'isola è come un continente.
Lasciamo l'agriturismo e saliamo nella stessa direzione in cui siamo arrivati dalla quarta tappa, ma presto deviamo per scendere in un profondo canyon e prendere prima un single trail, poi una strada sterrata che ci porta ad est, verso le montagne del cosiddetto 'Supramonte di Urzulei'. Si tratta di una zona molto particolare, caratterizzata da altipiani carsici in cui i fiumi hanno creato profonde gole e canyon. Ci sono molti 'Supromonte' diversi, ognuno dei quali appartiene a un paese o a un villaggio. Sono tutti ambienti molto difficili da vivere, ma un paradiso per la mountain bike. Nella preistoria (quando i pastori non guidavano un pick-up per andare al lavoro), erano più densamente popolati, ora sono il regno delle pecore, delle capre, dei pastori (cosa che i secoli non possono cambiare)... e dei ciclisti in mountain bike. Al centro della tappa entriamo nella foresta primaria di Montes, i ginepri lasciano progressivamente spazio a un bosco di 4500 ettari e a una foresta di lecci secolari, unica nel bacino del Mediterraneo per estensione e caratteristiche. Ci piace pedalare all'ombra di questi alberi giganti per un po' di tempo, fino alla nostra destinazione: Orgosolo. Ci sarebbe molto da dire su questa città iconica. Scoprirete i tanti volti di questo territorio, ma anche una rapida ricerca su Google vi rivelerà che la città è famosa in tutto il mondo per le sue incredibili pitture murali. Il muralismo, è ancora attivo ed all'origine era uno strumento di protesta. Piccoli vicoli e case in pietra sono arricchiti da bellissimi dipinti, che hanno reso il paese famoso a livello internazionale. Molti artisti hanno contribuito alla creazione di un vero e proprio museo all'aperto: centinaia di murales colorano le strade e raccontano la storia delle tradizioni, della cultura e del dissenso. Bar e caffè, in combinazione con la tipica ospitalità locale, rendono la visita in città non solo interessante, ma anche profondamente piacevole. Sistemazione in un hotel a 3 stelle in città.

orgosolo and its mural paintings

GIORNO 7: RIDE da ORGOSOLO A CALA GONONE

59km | 1.509m | 2.112m | 5,30h

La tappa più lunga della Traversata ci riporterà al mare e lo farà in modo spettacolare. La prima parte della tappa esplora di nuovo la foresta di Montes, pedalando verso sud sul Supramonte di Oliena. La sfida più grande nel progettare l'intero tour - e quest'ultima tappa in particolare - è passare davanti all'enorme montagna calcarea che separa la foresta di Montes dal Supramonte marino (l'altopiano che si affaccia sul mare della costa centro-orientale). Si tratta, infatti, di un ambiente molto aspro e ci sono pochissimi modi di attraversare che non prevedono di camminare per chilometri spingendo la bici, anche in salita. L'unica possibilità è pedalare verso sud e fare il giro della montagna, e questo aggiunge un po' di distanza in più. Dopo la foresta di Montes siamo di nuovo sul Supramonte di Urzulei e attraverso l'intricata rete di sentieri ci ricongiungiamo finalmente alla Statale 125. Proprio in quel punto abbiamo una grande opportunità di ricaricare le batterie (del nostro corpo e delle moto, se necessario) in un bel bar con vista. Da lì, la tendenza è quella di scendere verso la famosa spiaggia di Cala Luna attraverso una strada che diventa più stretta non appena ci avviciniamo al mare. Gli ultimi chilometri sono su un fantastico single trail. Alla fine del quale, ci saremo meritati (almeno) una birra fredda al bar per festeggiare la fine di un grande viaggio. Qualche ora sulla spiaggia, poi in traghetto fino a Cala Gonone, dove pernotteremo in un hotel a 4 stelle.

teulada coastline road

GIORNO 8: GIORNO DEI SALUTI E PARTENZA.

Transfer all'aeroporto e fine servizi.

Risorse

VIAGGI SIMILI

OGLIASTRA CROSS

IN MOUNTAIN BIKE NELLA NATURA: OGLIASTRA CROSS È UN TOUR IN MOUNTAIN BIKE NELLA INCONTAMINATA SARDEGNA ORIENTALE.
Il selvaggio e il bello! Ogliastra Cross è un tour in mountain bike che si svolge nella parte orientale della Sardegna. È un'avventura in bicicletta che resterà impressa nella mente degli appassionati di mountain bike. Non c'è niente di simile in nessun'altra isola del Mediterraneo, e certamente non in Europa o nelle Alpi centrali. Si parte dal Golfo di Arbatax attraverso le regioni montuose della Sardegna centrale, si tocca il massiccio granitico del Gennargentu e gli aridi altipiani del Supramonte, per poi scendere attraverso canyon scavati nelle rocce calcaree, fino al mare della costa centro orientale, con le sue belle grotte, le spiagge di sabbia bianca e il mare turchese. Questo ci permette di scoprire non solo la natura aspra e inaccessibile e i bellissimi cambiamenti di paesaggio, ma anche l'assoluta serenità. Qui possiamo trovare boschi mediterranei con macchia di quercia e castagno, oltre a bizzarre formazioni rocciose e altipiani in ambienti aspri, dove pascolano liberamente cavalli, asini, maiali, capre, mufloni, pecore e rapaci che volteggiano sopra di noi, e dimostrano che qui c'è molta vita.
  • Awesome bike! The workshop staff has deep knowledge and experience. Which I unfortunately did not use to full extent (route planning!!). The service was A+! Super nice and friendly. I’d immediately recommend to anyone close to me to rent their bikes here.
  • These guys have great bikes. Highly recommend them.
  • Perfect service. I rented a road bike for 3 days and found everything to be perfectly prepared: fantastic Canyon bike, helmet, pedals, spare tire. The bike was adjusted in a few minutes and I was ready to go. Communication to reserve the bike online as well as takeover and return were super easy. And the bike was just perfect. I will rent again in a few days in the North.

Orari di apertura

Vieni a trovarci o di chiamaci durante i seguenti orari di apertura. Oppure lascia un messaggio in segreteria dopo il segnale acustico e ti richiameremo entro il giorno lavorativo successivo.
  • Lunedì
    9 - 13 | 16 - 18
  • Martedì
    9 - 13 | 16 - 18
  • Mercoledì
    9 - 13 | 16 - 18
  • Giovedì
    9 - 13 | 16 - 18
  • Venerdì
    9 - 13 | 16 - 18
  • Sabato
    9 - 13
  • Domenica
    Su appuntamento
Mandaci un messaggio!

Let's talk!


Newsletter signup

Location

SARDINIACYCLING HOME
Via Vittorio Emanuele, 43
09045 Quartu Sant'Elena | Italy

Contact

Office: +39 070 204 1029
Mobile: +345 541 8808
Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.